Vivere in Svezia

Viaggiatori: ecco quello che dovete sapere

Anche un viaggio di mille chilometri inizia con un primo passo. Facciamo questo passo insieme.

traduzioni certificate da ordinare online

Dalle lande incontaminate del grande nord, dove in inverno regna l’aurora boreale, alle isole rosa di granito dei suoi arcipelaghi, alle città eleganti e ai paesaggi punteggiati di graziose casette rosse, la Svezia non si dimentica. La Svezia è un paese ricco di storia e gli svedesi hanno saputo valorizzare al massimo il loro patrimonio culturale e lo hanno preservato in maniera esemplare, e di natura: aggiungeteci la gentilezza delle persone e la possibilità di vivere mille avventure e avrete la ricetta per una vita perfetta.

Documenti necessari

In quanto cittadini comunitari, gli italiani per entrare in Svezia hanno bisogno solamente di un documento identificativo. Tutti i cittadini UE/SEE possono vivere e lavorare in Svezia a patto che siano in grado di mantenersi e che non pesino sulle spalle dello Stato. Questo naturalmente non significa però che sia sufficiente la carta di identità per ottenere automaticamente la residenza svedese e tutti i vantaggi che questo comporta. Chi vuole trasferirsi a lavorare in Svezia e rimanerci almeno un po’ di tempo deve sbrigare infatti alcune formalità:

1. Iscriversi all’Aire;

2. Registrarsi all’Agenzia delle Entrate svedese (Skatteverket);

3. Richiedere il personnummer, un codice fiscale obbligatorio per fare praticamente tutto, dall’apertura di un conto in banca al contratto di affitto di un appartamento. Vi occorrerà il personnummer persino per iscrivervi in palestra!;

4. Registrarsi al Registro dei residenti (Försäkringskassan), una sorta di Inps svedese. Una volta registrati si ha diritto a un’assicurazione generale che dà accesso a diversi diritti. L’iscrizione va fatta entro tre mesi dall’entrata nel Paese;

5. Richiedere la carta di identità svedese. Quella italiana è sufficiente per entrare in Svezia, ma per tutto il resto ti occorrerà quella svedese: per aprire un conto in banca, pagare con la carta di credito, ritirare un pacco all’ufficio postale;

6. Aprire un conto in banca. Le banche svedesi principali – Swedbank, SEB, Nordea e Handelsbanken – talvolta possono essere un po’ rigide nell’accettare clienti stranieri. Per avere la vita più facile è meglio rivolgersi a banche più piccole come Skandia, Nordnet e Avanza.

Lavorare in Svezia

Lavorare in Svezia significa avere accesso a una serie di diritti, dalla maternità al congedo parentale e per malattia, fino a un’assicurazione contro la disoccupazione. Significa partecipare al recente programma delle 6 ore lavorative giornaliere volto ad aumentare la produttività ed evitare i licenziamenti, significa avere la possibilità di accedere a orari flessibili, a riposi settimanali, a un’autonomia di lavoro e a diritti del lavoratore garantiti. Sempre.

I settori trainanti sono diversi: aerospaziale, automobilistico, internet (è qui che sono nati Skype e Spotify, se non lo sapessi), start up. La Svezia continua a essere affamata di ingegneri e buone opportunità anche per medici, insegnanti, e maestri nel campo della ristorazione.

La ricerca del lavoro è più comunemente fatta cercando annunci su Internet. Ci sono diversi siti Web e app che pubblicano annunci di lavoro, come la banca di posti di lavoro del servizio pubblico svedese (“Platsbanken”). Le pubblicità sono nella maggior parte dei casi in svedese, il che significa che la maggior parte dei datori di lavoro richiede ai candidati di avere conoscenza dello svedese. Altri siti sono Monster, Blocket, Metro, Jobbsafari.

Un’altra strada è contattare direttamente personale privato e società di reclutamento, come quelle specializzate nel settore o professione in cui si sta cercando un lavoro. Alcune di queste aziende possono essere trovate tramite il sito Web di Swedish Staffing Agencies (Bemanningsföretagen).

Quotidiani e giornali locali, così come quotidiani gratuiti come Metro, contengono un gran numero di annunci di lavoro.

Stipendi e Salari

Non esiste un salario minimo legale, ma in molti accordi collettivi è stato concordato un salario minimo. Questo è comunemente chiamato salario di base.

I livelli di retribuzione sono stabiliti individualmente in quasi tutto il mercato del lavoro. Ciò significa che i nuovi dipendenti dovrebbero negoziare il proprio stipendio iniziale. Chi è membro di un sindacato può ottenere aiuto e consulenza in relazione alle trattative salariali.

I datori di lavoro hanno l’obbligo di detrarre le imposte alla fonte. Questa tassa comprende tutti i contributi di previdenza sociale, tranne i contributi di assicurazione di disoccupazione. I dipendenti hanno diritto a ricevere una specifica di stipendio scritta che mostra il loro stipendio e le detrazioni effettuate.

Redditi e tassazione

I livelli retributivi sono generalmente più elevati nel settore privato rispetto al settore pubblico.

Le donne guadagnano in media l’87% di quello che guadagnano gli uomini, cioè c’è una differenza di guadagno del 13%. Parte di questa differenza è dovuta al fatto che donne e uomini lavorano in diverse professioni.

Il sistema fiscale svedese consiste in un numero di imposte e tasse dirette e indirette. Le imposte dirette più importanti sono l’imposta sul reddito nazionale e comunale e l’imposta sul capitale nazionale. Le imposte indirette più importanti sono l’IVA e le accise su determinati prodotti, come alcol e tabacco. L’imposta sul reddito viene pagata anche per le indennità di disoccupazione, le indennità di malattia, le pensioni e fonti di reddito simili.

Se vivete all’estero e lavorate in Svezia per meno di sei mesi, c’è la possibilità di pagare una tassa più bassa, il SINK (imposta sul reddito speciale per i residenti all’estero), che è del 20%. 

Studiare in Svezia

In molti decidono di trasferirsi per studiare. E non è di certo una sorpresa, contando che qui studiare all’Università è praticamente gratuito per tutti i cittadini europei. 

Chi dice che la qualità va di pari passo con il costo probabilmente non ha mai messo piede in un’aula scolastica svedese, visto che in Svezia si trovano tra le migliori università non solo d’Europa ma di tutto il mondo, sia per quanto riguarda le discipline umanistiche che per quelle tecniche e scientifiche.

Oltre alla qualità e alla gratuità, la Svezia mette sul piatto anche un ambiente internazionale, non solo per quanto riguarda gli studenti ma anche gli insegnanti.

Istruzione in Svezia

Il modello scolastico svedese è così particolare e innovativo che ha suscitato l’attenzione di tutto il mondo e renderne conto è quasi un dovere.

Tutte le scuole in Svezia sono gratuite, dai sei anni di età fino all’università, e non parliamo solo dell’iscrizione e delle tasse, ma anche dei libri e della mensa. Questo Paese ha sempre investito moltissimo nell’istruzione e l’ha trasformata nella propria eccellenza agli occhi del mondo. Ma la particolarità del sistema scolastico svedese non consiste solo nel suo essere gratuito, e quindi nell’essere accessibile a tutti, ma anche nelle modalità di istruzione che propone, in particolar modo nel mondo dell’infanzia.

In Svezia le mamme, le tate e le maestre portano i bambini fuori. Li fanno giocare all’aperto anche se fa brutto tempo, anzi, soprattutto se fa brutto tempo! Lo scopo è potenziare il loro sistema immunitario, mentre si divertono e imparano ad amare la natura. C’è un detto in Svezia che dice “Non esiste buono o cattivo tempo, esistono solo buoni o cattivi vestiti”. Giocare fuori è un imperativo al punto tale che gli insegnanti richiedono ai genitori di acquistare due completi di vestiti da outdoor, uno per la pioggia e uno per la neve. Non solo tute ma anche guanti, berretti e stivali.

Alloggio in Svezia

Le possibilità di trovare appartamenti in affitto variano notevolmente da regione a regione. La disponibilità è più bassa nelle grandi città in particolare, mentre gli affitti sono significativamente superiori alla media svedese. L’affitto medio per tre camere e una cucina è stato di circa 6 324 SEK / mese. I beni bianchi, il riscaldamento e l’acqua sono solitamente inclusi. Invece, il prezzo medio nazionale di una piccola casa è di SEK 2 700 000. I prezzi a Stoccolma sono circa il doppio.

I giornali locali e nazionali, così come vari siti web come Hemnet, ad esempio, hanno annunci di case da affittare o comprare. I comuni hanno spesso informazioni sulle abitazioni in affitto sui loro siti web.

Bostadsrätt (diritti di proprietà degli inquilini): un’associazione abitativa di proprietari di affittuari è un’associazione cooperativa i cui membri possiedono e gestiscono insieme case, terreni e aree comuni. Quando acquistate un appartamento per l’edilizia residenziale di proprietari di affittuari, una volta approvati, diventate membri dell’associazione per l’alloggio degli inquilini. Si paga un contributo in conto capitale al venditore e una quota mensile all’associazione per coprire i costi di gestione e manutenzione in comune.

La società

Malgrado gli svedesi si mostrino in generale aperti e accoglienti nei confronti degli immigrati, diversi italiani lamentano la difficoltà a integrarsi. A scoraggiare gli italiani che decidono di andare a vivere e lavorare in Svezia di solito è la mancanza di elasticità nei programmi giornalieri. Gli svedesi non amano l’improvvisazione e spesso occorre organizzarsi per tempo anche solo per incontrarsi per un caffè.

Possono essere ostici da mandare giù anche i celebri concetti socialdemocratici di Jantelagen e Lagom su cui verte la società svedese e che tendono a sminuire l’individualità delle persone. Il primo è utilizzato per descrivere un atteggiamento negativo verso l’individualità e il successo, che di fatto scoraggia lo sforzo individuale ed enfatizza l’azione collettiva. Il secondo corrisponde all’incirca all’inglese “less is more”, che se da una parte può rappresentare un messaggio positivo, dall’altro tende a disincentivare il rischio.

Costo della vita

La Svezia non è un paese economico, come del resto tutta la penisola scandinava. D’altronde tutti i servizi sono ad altissimi livelli e ad altissimi standard di qualità. Qualche possibilità per risparmiare c’è comunque anche se questo comporta fare qualche rinuncia. Il costo della vita per una persona che vive da sola, esclusi i costi di alloggio, è di circa 9 850 SEK al mese, secondo i calcoli effettuati dall’Institut för privatekonomi (Istituto per l’economia privata). Questi costi si riferiscono al consumo di base necessario per cibo, abbigliamento, igiene, sanità, sport, automobili, attività ricreative, viaggi locali, assicurazioni, elettricità, telefono, ecc.

La carenza di luce

C’è un elemento, oltre al rigido clima svedese, che potrebbe costituire un problema ancora più grande per un italiano che decide di trasferirsi e vivere in Svezia, forse persino più delle temperature rigide: la luce. O meglio, la sua assenza. A dicembre e gennaio la luce fa capolino non più di 3 ore al giorno. Non è un problema da sottovalutare, visto che poca luce significa poca vitamina D, condizione che porta a depressione e a problemi fisici di una certa importanza. Per sopperire alla carenza puoi fare come gli svedesi e frequentare le “stanze di terapia UV”, i solarium dove fare incetta di luce artificiale. Oppure aspettare pazientemente l’arrivo dell’estate, quando i giochi di luce e buio finalmente si invertono.

Trasporti

La Svezia ha buone strade e una vasta rete di collegamenti aerei, ferroviari e di autobus. La maggior parte delle regioni dispone di un sistema di trasporto pubblico ben sviluppato che consente di viaggiare in autobus o in treno. Nella maggior parte delle grandi città e in molte città minori ci sono eccellenti servizi di trasporto pubblico.

Stoccolma e Göteborg hanno introdotto un “trängselskatt” (tassa di congestione) per il traffico stradale. In caso contrario, l’uso della rete stradale svedese è gratuito.

Sistema sanitario

Se decidete di vivere in Svezia sappiate che ogni persona residente in Svezia è coperta dal sistema nazionale di assicurazione sanitaria. Le autorità responsabili dell’assistenza sanitaria pubblica sono i consigli di contea / regioni e i comuni. L’agenzia svedese di previdenza sociale (Försäkringskassan) gestisce i sussidi statali relativi alle cure dentistiche. Il sistema di assicurazione sanitaria copre la maggior parte dei costi di visite mediche, ospedalizzazione e spese di laboratorio. La maternità e l’assistenza pediatrica sono gratuite.

Le cure mediche e l’ospedalizzazione sono coperte da una quota del paziente. La dimensione di questa tassa è stabilita dai consigli di contea e può variare a seconda del servizio medico fornito e da contea a contea.  

Vita culturale e sociale

Tutti i comuni in Svezia hanno biblioteche pubbliche con bibliotecari esperti. Non costa nulla prendere in prestito libri, film o musica.

La spinta a raggiungere l’uguaglianza tra i sessi è importante nella società svedese. In molte aree la Svezia ha fatto molti progressi in questi sforzi.

Gli sport popolari includono calcio (calcio), pallamano, hockey su ghiaccio, tennis, floorball, sci e golf.

La Svezia è una società secolare, ma molte festività e tradizioni hanno radici cristiane, anche se le origini sono state più o meno dimenticate. Altre tradizioni sono legate alle stagioni.

Le attività per il tempo libero in campagna sono importanti per la maggior parte degli svedesi e “allemansrätten” (il diritto di accesso pubblico) autorizza l’accesso alle foreste e alla terra. Naturvårdsverket (l’Agenzia svedese per la protezione dell’ambiente) ha più informazioni su ciò che puoi o non puoi fare sulla terra di altre persone.

Qualità ambientale

La Svezia abbonda di spazi aperti, gonfi di una natura rigogliosa e incontaminata a totale e gratuita disposizione dei cittadini (campeggi gratuiti). Questo, unito al poco traffico, garantisce uno una qualità dell’aria tra le più alte al mondo.

Va di pari passo la grande attenzione che gli svedesi hanno per la salute, l’alimentazione sana e l’attività fisica, soprattutto quella svolta all’aria aperta.

Diritti

La Svezia è celebre per tutelare i diritti non solo dei lavoratori, ma anche dei gay, delle minoranze e degli organi di stampa e televisione. Qui la parità dei generi in tema di salari e opportunità di carriera è da decenni una realtà, qui tutti hanno ugual voce e dignità, a prescindere dalle preferenze sessuali, dall’etnia di appartenenza e dalla religione.

 

Scoprire la Germania con traduzioni certificate di traduttori qualificati

CERTIFICATO DI MATRIMONIO

TEDESCO 〈〉INGLESE

DIPLOMA DI MATURITÀ

TEDESCO 〈〉INGLESE

CERTIFICATO PENALE

TEDESCO 〈〉INGLESE

CERTIFICATO DI NASCITA

TEDESCO 〈〉INGLESE

CARTA D’IDENTITÀ

TEDESCO 〈〉INGLESE

CERTIFICATO DI LAVORO

TEDESCO 〈〉INGLESE