Il mercato del Regno Unito dal punto di vista della Germania 

Da dopo il voto della Brexit (ritiro della Gran Bretagna dall’UE), l’insicurezza fa da padrona sul mercato britannico. Il Regno Unito è ancora un membro dell’UE. Che cosa cambierà dopo il suo ritiro? Dove sono le forze economiche della Gran Bretagna? 

La Gran Bretagna e l’UE 

La Gran Bretagna è la seconda più grande potenza economica dell’UE et dell’Europa. Le isole britanniche sono il terzo più grande cliente per il settore delle esportazioni tedesco. Circa 2500 imprese tedesche hanno lì le loro succursali. Londra è considerata uno dei centri finanziari più importanti del mondo, ma da dopo la celebre Brexit, il mondo finanziario è insicuro. Numerose imprese hanno annunciato il loro trasferimento in altre città europee; quante lo faranno davvero si vedrà solamente dopo l’uscita effettiva del Regno Unito dall’UE. In questo momento, l’economia compie dei progressi lenti, allo 0,1%, tuttavia ci si aspetta un ribasso molto più forte: è dunque giusto dire che la Brexit nuoce all’economia britannica. 

Sull’isola, tutto sembra rosa per i lavoratori, soprattutto nel settore dell’artigianato. Le imprese apprezzano i ben formati artigiani tedeschi, che sono molto più avanti rispetto ai loro colleghi britannici. 

Ciò sembra positivo anche nell’importante settore del futuro, quello del commercio elettronico. Il potere d’acquisto è alto e l’infrastruttura digitale sviluppata, come in qualsiasi altro paese. Gli acquisti online fanno parte della vita quotidiana dei clienti britannici tanto quanto quelli in un supermercato normale. Le infrastrutture moderne e le dimensioni compatte del Regno Unito comportano ritardi nelle consegne brevi e spese di spedizione basse. La particolarità del mercato britannico è che i consumatori amano effettuare acquisti tramite smartphone. Anche dopo la Brexit, ci si aspetta un commercio elettronico stabile sul mercato delle isole britanniche. Il motivo principale è il vantaggio competitivo dell’essere un paese anglofono, dove il mercato è fin dall’inizio orientato verso l’internazionalizzazione. 

L’alfa e l’omega inglese 

L’inglese è la terza lingua più parlata nel mondo, ma più importante ancora di questa statistica è il fatto che si tratta della lingua più ampiamente studiata. L’inglese è quindi considerato la lingua franca del XXI secolo. Quasi tutti i datori di lavoro che mirano all’espansione richiedono al giorno d’oggi una buona padronanza della lingua inglese da parte dei loro dipendenti: questo vale per la Germania e altri Stati non anglofoni dell’UE. Naturalmente, ciò è previsto in modo particolare nel Regno Unito, dove ci sono un sacco di persone che parlano un inglese europeo o del mondo; nessun datore di lavoro nel Regno Unito assumerà un impiegato che non parli inglese. Il settore dei salari bassi è un’eccezione, ma anche lì le conoscenze di base devono essere presenti e la concorrenza dall’Europa orientale è particolarmente forte. 

L’inglese del Regno Unito è caratterizzato da dialetti diversi. La grammatica e l’accento variano a seconda della regione e sono particolarmente importanti per il mercato del lavoro, anche all’interno degli fasce sociali. In quanto non anglofoni di madrelingua, potete lanciarvi con serenità. Qui un traduttore professionale può normalmente lavorare sul mercato generale delle traduzioni, ma soprattutto in un qualunque ambito di specializzazione, con il vantaggio della migliore conoscenza possibile della grammatica. L’accento dei parlanti non madrelingua ha poca importanza. 

Competenze interculturali 

In generale, le differenze culturali tra i tedeschi e gli inglesi non sono enormi, ma ci sono piccole sottigliezze da osservare. Una differenza è l’estrema educazione degli isolani da un punto di vista tedesco: si dovrebbe, in qualità di tedeschi, riprodurre questa cortesia. In generale, un sacco di cose sono valutate più positivamente che in Germania. Soprattutto nella vita lavorativa, bisogna evitare di mettersi in mostra; si deve dimostrare il proprio valore preferibilmente con azioni piuttosto che a parole, la modestia è molto apprezzata in Gran Bretagna.

 

 

 

 

98% de nous clients nous recommandent

Demandez votre devis en ligne gratuit et sans engagement

 

 

Altri Articoli

Sfoglia il nostro blog!

Come fare per riconoscere una buona traduzione ed evitare fraintendimenti

Come fare per riconoscere una buona traduzione ed evitare fraintendimenti Tradurre è un’attività complessa dove spesso vengono commessi errori. Una traduzione...

Come riconoscere una buona traduzione

Come riconoscere una buona traduzione Paghi per una traduzione professionale da cliente – ma come puoi sapere che si tratti...

La meditazione a Berlino

La meditazione a Berlino Berlino, capitale della Germania, della libertá d’espressione e della mescolanza di culture, assieme a Londra, in...

Pensate davvero che il tedesco non sia una lingua divertente? 

Pensate davvero che il tedesco non sia una lingua divertente?  Chiunque si sia imbattuto nello studio di questa lingua, avrà...

1 2 3 4 5 6 7 8