Gli ingredienti di un perfetto weekend a Berlino

Fermo lì! Sì, ti vedo! Sì, tu con la fotocamera super compatta, tu appoggiato a uno stand di Currywurst raccomandato da una guida turistica il cui autore non va a Berlino dal 2007. Tu che stai ordinando un pretzel già secco e una birra dal colore dubbio! Sbarazzati di questa guida e ascolta: Berlino è in continua evoluzione. Un bar può essere figo un giorno ed essere trash quello dopo. Inoltre, quasi tutti i nomi che conosci (Berghain, Tresor, Fernsehturm) sono cliché tanto quanto una palla di neve con dentro il Brandenburger Tor.

Trova una sistemazione per la notte

Prima risolviamo il problema più fastidioso: avere un tetto sopra la testa per la notte. Scegli un hotel paragonando i prezzi tra i vari siti, in un quartiere pittoresco come Kreuzberg o Neukölln (stai lontano dal Mitte e da Prenzlauer Berg se ami scatenarti).

Deposita i bagagli

Una volta senza bagagli, noleggia una bici e fai una pedalata lungo il delizioso corso d´acqua chiamato Landwehrkanal, verso il centro città. Fermati nei dintorni di Grimmstrasse e mangia un gelato artigianale mentre guardi i cigni posati sull’acqua.

Vai a scoprire Oranienstrasse a Kreuzberg. Fai una pausa con un latte macchiato nella magnifica Chocolateria Sünde, chiacchierando allegramente col proprietario turco. Scopri librerie alternative provviste di fumetti trash e libri sulla street art o sull’arte del tatuaggio. 

Alla fine di Oranienstrasse, incontra i maghi dal pollice verde di PrinzessinengartenSi tratta di un progetto sia ecologico che sociale, messo in piedi da due giovani berlinesi in un angolo desolato nel cuore di Kreuzberg. Qui puoi coltivare le tue erbe aromatiche, imparare i segreti del giardinaggio e stare all’ombra degli alberi ad assaporare una pizza fatta con gli ingredienti dell’orto.

Brucia le calorie della pizza con una bella pedalata verso il Mitte. Non c´è modo di evitare un’oretta di cultura nella stupenda isola dei musei. Anche se la maggior parte dei turisti si affretta verso il Pergamon Museum, da parte mia consiglio di scivolare nell’architettura mozzafiato del Neues Museum, per ammirare Nefertiti in tutto il suo colorato splendore. Direttamente di fronte si trova la Alte Nationalgalerie, un museo troppo spesso dimenticato dai visitatori, che include dipinti degli Impressionisti.

Compra, per soli 18 euro, un biglietto “Bereichskarte Museumsinsel al bancone dell’Alte Nationalgalerie: non farai la coda e potrai visitare le collezioni permanenti di tutta l’isola dei musei: è un risparmio notevole se pensi che un biglietto per uno dei singoli musei costa tra gli 8 e i 10 euro.

Come premio, concediti un tè sui tappeti persiani di un palazzo magico, il Tadschikische Teestube , la sala da tè tagika, nascosto al pubblico all’interno di una delle grandi costruzioni dell’isola dei musei.

Lasciati semplicemente andare

Ed ecco il momento di cenare e rilassarsi un pochino, hai in programma una notte folle. I veri berlinesi amano mangiare dai turchi, a Kreuzberg. Chi è ricco andrà dal delizioso Hasir, mentre, se sei meno ricco, ti piacerà senz’altro l’Adana Grillhaus (Manteufelstrasse 86). Se sei veramente povero, ti toccheranno i meravigliosi döner che puoi trovare dappertutto su Kottbusser Damm e che hanno ben poco a che fare con i kebab gocciolanti di Parigi.

Ecco che si fa notte, andiamo! Che le signore lascino i tacchi alti a casa, perché a Berlino la festa si fa dura: solo scarpe piatte o stivali da cowboy. Quanto a signori, via i completi eleganti e sì alle sneakers. Tutto è lecito: i veri berlinesi spesso amano agghindarsi per uscire.

Maschere di piume e vestiti vintage in guaina laminata comprati a 15 euro in negozi di seconda mano (come il Sing Blackbird), leggings a lustrini, occhiali psichedelici, parrucche, farfallini da nonno, monocoli… sii un animale notturno e dimenticati le tue convinzioni abituali. Qui i tuoi abiti da festa attireranno solamente sguardi complici ed esclamazioni deliziate. Promesso!

Vai da un bar all’altro lungo la Weserstrasse in Neukölln e fatti qualche shottino di Jägermeister, un liquore dolceamaro dal colore scuro, prima di andare in una discoteca come la Wilde Renate per un pieno di musica elettronica e una folla variopinta. In alternativa, lasciati sorprendere dal Naherholung Sternchen, un nuovo discobar che ospita concerti inusuali e DJ talentuosi. Evita i posti affollati dai turisti come il Watergate, l´Horst o il Tresor.

Una volta che sei completamente KO per questa follia notturna, vai a collassare su uno dei divani sfondati del bar galleggiante Club der Visionäre. Il mood è da Woodstock: dall’acqua potrai ammirare le prime ore del giorno, così come gli ultimi festaioli che ballano a ritmo di minimal electro.

Noleggia una piccola barca di fronte al Club der Visionäre e naviga sulla Spree. Il panorama è sublime, specialmente di mattina.

Dormire è necessario. Questo però solo per arrivare al meglio al brunch domenicale, una grande tradizione berlinese, sulla sponda del Landwehrkanal. Qui potrai osservare i giovani giocare a… pétanque. Poi dai un’occhiatina al mercato delle pulci di Neukölln (sotto alla Neukölln S-Bahn) per fare favolosi acquisti (vestiti di seconda mano, mobili vintage della Germania Est nello stile di Dalla Russia con amore e vinili di Nina Hagen o dei Bauhaus).

Intorno alle 6 di sera, concediti un Kaffee+Kuchen (caffè +torta) al Geschwister Nothaft, vicino al mercato delle pulci. L’assenza di turisti è garantita in questo posto leggermente in mezzo al nulla, dove però potrai avere il miglior latte macchiato di Berlino e waffle biologici per i quali morire.

Fai il pieno di souvenir prima di partire

E per il resto… dormirai sull’aereo. Sempre che tu non resti per un’altra incredibile giornata in questa affasciante città. In questo caso, amico mio, sei la miglior guida di Berlino. Tu? Sì, tu. Tu che, in poche ore, hai già conosciuto tantissimi autentici berlinesi, tu che ti sei fatto invitare nella discoteca più nuova, tu che sei andato in un parco inesplorato dai turisti. Caro lettore, ne sono sicuro: se ti piace questo blog, saprai apprezzare l’apertura mentale dei berlinesi, siano essi tedeschi, turchi, inglesi o spagnoli, e ricambiarla.

 

Italie

Leave a Reply Text

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *