Friedrichshain: uno dei più bei quartieri di Berlino

Friedrichshain: uno dei più bei quartieri di Berlino

Sara anche vero che l´aumento degli affitti diventa sempre più prepotente, in ogni modo Friederichshain resta ancora dominio di studenti e artisti, che seppur non godendo di un appetibile stipendio non rinunciano a vivere negli appartamenti condivisi (dal tedesco WG) posti in uno dei quartieri più attivi della capitale tedesca.

Friederichshain è un quartiere centrale di Berlino appartenente al distretto Friederichshain-Kreuzberg ed il suo nome deriva da un piccolo bosco (Hain) situato nella zona Nord, realizzato nel 1840 in onore del Re di Prussia Federico il Grande. Accanto a questo parco nascerà l’odierno quartiere, sede di un immenso sviluppo tecnico ed edilizio che avrá come protagonisti giovani eccentrici amanti della vita notturna e del divertimento.

Qui ci sono pochi monumenti importanti da vedere, ma basta fare una piccola passeggiata atraverso la Boxhagener Platz, la Karl-Marx-Allee o la Frankfurter Allee ed il gioco è fatto. Soprattutto il primo può essere considerato il nucleo centrale del quartiere, un luogo popolato da artisti di strada e venditori ambulanti, particolarmente animato nel finesettimana grazie al lungo mercatino che propone una varietà di prodotti che comprende non solo specialità regionali ma anche estere. La Domenica è invece il giorno dedicato al mercato delle pulci.

I due grandi viali della Karl-Marx-Allee e la Frankfurter Allee proiettano l’attenzione innanzitutto alla propria struttura edilizia, che risale agli anni 50-60, di matrice essenzialmente sovietica e motivo di orgoglio per la DDR. Queste erano infatti le strade maggiormente attraversate e conosciute nel periodo del dopoguerra; gli edifici che le affiancano rappresentano al meglio lo stile dell´architettura russa. Ma chi è particloarmente curioso e vuole conoscere i momenti più significativi di questi due grandi viali basta dare un’occhiata al Café Sybille, simbiosi perfetta di cultura e gastronomia, posto sulla Karl-Marx-Allee.

La parte meridionale di Friederichshain è caratterizzata oltre che dalla presenza del fiume confinante Sprea, anche da moltissimi bar e ristoranti. Qui si trova la famosa East Side Gallery, un tracciato originale del muro di Berlino lungo 1,3 km che subito dopo la caduta del Muro venne interamente decorato da graffiti realizzati da 118 artisti appartenenti a 21 Paesi differenti. I dipinti sono un’allegoria dell’ottimismo e della pace derivanti dal momento di gloria che seguì alla caduta del Muro e alla terribile Guerra Fredda, espressi attraverso un mix di slogan politici e contemplazioni derivate da visioni artistiche. Dal 1991 esso è considerato monumento protetto.

Un’altra opera di grande valore è poi l’Oberbaumbrücke, il ponte che unische i due quartieri Kreuzberg e Friederichshain e che viene considerato da molti il ponte più bello di Berlino. Con la realizzazione di quasi 1000 ponti appartenenti a diversi stili architettonici l’Oberbaumbrücke è sicuramente quello più sontuoso. La nascita di questo trionfo neogotico risale al 1724, inizialmente costruito in legno venne distrutto dopo la Seconda Guerra Mondiale e successivamente ricostruito. Sopra di esso scorre non solo il normale traffico quotidiano ma anche la più vecchia ferrovia di Berlino, la cui struttura prevedeva dei binari a piano rialzato che vennero camuffati e guarniti di una decorazione dall’apparenza medievale.

E se avessi voglia di trascorrere una notte alternativa, all’insegna di balli e di un’atmosfera piena di luci e colori? Ebbene in questo caso mi dirigo immediatamente a Berghain, defnitivamente uno die migliori club della zona dove il pubblico è sempre diverso e le nuove amicizie sono assicurate.

Come si può notare, anche se non ci sono molti monumenti da vedere le cose da fare sono in compenso molteplici e tutte, ma proprio tutte, sono un’ottimo pretesto per visitare questo quartiere.

10 Marzo 2017                     Amalia Mucciaccio

Italie

Leave a Reply Text

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *